il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Polo di via Mantova ridotto e Cà de Berenzani ampliato

Polo di via Mantova ridotto e Cà de Berenzani ampliato

Ingresso a Cremona da via Mantova

CREMONA - Seimila metri quadrati in meno in via Mantova (S. Felice) rispetto quasi 15mila di ‘superficie lorda di pavimento’ indicati, con una compensazione nell’area di Cà de Berenzani, dove il commerciale passa dal 20 al 25 per cento. Ampliamento anche per l’Incrociatello (concessi 15mila metri quadrati, senza limiti per il terziario). Questi i tratti salienti di quanto emerso dalle controdeduzioni alle osservazioni presentate nei mesi scorsi in merito alla variante generale del Pgt del Comune di Cremona.

Il verdetto è arrivato nel corso della riunione della commissione Territorio e Urbanistioca, presieduta dal consigliere comunale Gabriele Romani. Il nodo, come si sapeva fin dall’inizo, è quello del polo commerciale di via Mantova-San Felice. Fasani ha spiegato che la quantità complessiva di metri per il commerciale è calata. E che la filosofia che guida l’amministrazione è quella di putare sul commercio come traino per le attività produttive. Un'opinione non condivisa da molti consiglieri presenti in commissione e poi bocciata senza mezzi termini dall’Ascom, che in questo tenere vivi due poli commerciali, uno, quello di Cà de’ Berenzani, spuntato quasi dal nulla, vede un’altra batosta in arrivo per i commercianti del centro.Contro la filosofia innovativa delineata da Fasani c’è stato il fuoco di fila di due consiglieri comunali dl partito Democratico, Mauro Fanti e Daniele Soregaroli, e del consigliere comunale Giacomo Zaffanella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

19 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000