il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Giallo dei buoni benzina
Comune, indagine interna

Giallo dei buoni benzina
Comune, indagine interna

Agenti della polizia locale davanti al Comune di Cremona

CREMONA - La polizia municipale sta compiendo verifiche mirate sull’eventuale uso irregolare a scopi personali, da parte di dipendenti del Comune o di cooperative che collaborano con esso, della tessera carburante con cui, solo per ragioni di lavoro, si può fare rifornimento di benzina o gasolio, addebitando il costo all’ente, per i mezzi necessari ad espletare il servizio. L’indagine interna è in corso. Sono già state sentite alcune persone e altre lo saranno, probabilmente a stretto giro. I controlli, sinora, non hanno portato a risultati. Tutte le possibilità sono aperte.
Il sistema funziona così: i dipendenti sono in possesso di una tessera rilasciata dall'ente con la quale si possono rifornire presso un distributore individuato tramite bando di gara. Prima bastava presentare la tessera, in un secondo momento si è introdotto l'obbligo di firma da parte della persona che si rifornisce. Una misura che avrebbe dovuto evitare una gestione 'allegra'.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

15 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000