il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


AREA DI VIA MANTOVA

Pgt, modifica in vista

Il Comune orientato ad accogliere le osservazioni dei commercianti

Pgt, modifica in vista
No a possibili nuovi poli commerciali

C’è una novità importante che riguarda il Pgt: la giunta potrebbe rivedere il piano e, in particolare, potrebbe apportare all’area di via mantova. E’ qui infatti che è stata introdotta la variazione da ‘area logistica’ ad ‘area produttiva’, di una porzione di complessivi trecentomila metri quadrati, a nord est del territorio comunale, nella zona contrapposta al quartiere San Felice dalla parte della Corte dei Monaci. Quindicimila metri quadrati di quella fetta di campagna a due passi, in linea d’aria, dal Torrazzo, potrebbero essere occupati da insediamenti di media distribuzione. Dunque, negozi al fianco di imprese artigiane.
C’è una novità importante che riguarda il Pgt: la giunta potrebbe rivedere il piano, in particolare per quel che concerne l'area di via Mantova, rimodulando le previsioni delle quote di commercio formulate per alcuni ambiti di trasformazione. Due mesi fa era venuta a galla la questione del nuovo polo commerciale (una definizione respinta dagli amministratori) all’ingresso della città e Ascom era salita sulle barricate, contro "un sindaco e una giunta che promettono sostegno ma poi seminano bombe a orologeria contro il commercio di vicinato, quasi fossero decisi a far di tutto per ammazzarci insieme al centro storico" aveva dichiarato il numero uno dell'associazione di via Manzoni Claudio Pugnoli. Il Comune, ora, ha scelto di accogliere le osservazioni e le critiche avanzate dai commercianti sulla variazione da ‘area logistica’ ad ‘area produttiva’ di una superficie di trecentomila metri quadrati, a nord est del territorio comunale, nella zona fronteggiante il quartiere San Felice. Perché proprio in base a quella modifica quindicimila metri quadrati di campagna a due passi, in linea d’aria, dal Torrazzo, potrebbero essere occupati da insediamenti di media distribuzione. Dunque, negozi al fianco di imprese artigiane. Il dietrofront del Comune, però, pare vicino.

30 Maggio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000