il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Francesco Uggeri trovato morto in casa, mistero

Francesco Uggeri trovato morto in casa, mistero

La casa di via Giordano in cui è stato trovato morto Uggeri

CREMONA - I vicini, gli stessi parenti, i gestori del bar sotto casa e il postino non lo vedevano da un mese. Ultimi contatti appena dopo Pasqua. E non lo avevano più incontrato perché Francesco Uggeri, 57enne notissimo ex titolare del negozio ‘Beba Dischi’, era morto. Da almeno quattro, cinque settimane secondo la supposizione del medico legale che ha eseguito la prima ispezione.

L’hanno trovato cadavere nel pomeriggio di lunedì, poco dopo le 18,30: supino, nel soggiorno dell’appartamento al primo piano del palazzo di via Giordano in cui viveva solo da anni, era vestito con jeans e camicia blu e aveva al fianco la carcassa del suo York Shire, presumibilmente rimasto a vegliarlo fedelmente per giorni. Fino a quando gli stenti non hanno lasciato scampo nemmeno al cane. Sulle cause del decesso, in attesa dell’autopsia già disposta dal magistrato di turno, Francesco Messina, è mistero. E’ escluso l’omicidio: perché non ci sono segni di violenza sul corpo, perché manca qualsiasi traccia di colluttazione nella casa, tutto sommato ordinata, e perché la porta era chiusa a chiave dall’interno. Ma appaiono ugualmente valide le ipotesi del malore e dell’incidente. A rafforzare quest’ultima teoria, oltre alla corrente staccata come fosse saltata, un dettaglio preciso: la mano destra della vittima annerita e adagiata non lontano da un cavo elettrico collegato ad un ventilatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

CREMONA - Da diverso tempo non rispondeva al telefono e questo pomeriggio i vigili del fuoco, dopo essere entrati nel suo appartamento in via Giordano, lo hanno trovato cadavere.
L’uomo, cremonese, aveva 58 anni e viveva da solo al civico 113. La scoperta del corpo senza vita è avvenuta dopo che i conoscenti hanno deciso di contattare i carabinieri a causa dell’impossibilità di contattare l’uomo. Gli stessi militari - giunti sul posto con pompieri e personale del 118 - stanno indagando sulle cause del decesso.

13 Maggio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000