il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Corso Garibaldi pedonale: protestano gli 'esclusi'

Corso Garibaldi pedonale: protestano gli 'esclusi'

Traffico in corso Garibaldi

CREMONA - Si stanno organizzando, si riuniranno la prossima settimana, chiederanno un confronto all’amministrazione. Ma intanto protestano. Sono gli ‘esclusi’ dalla pedonalizzazione, tutti quegli esercenti con attività nella parte di corso Garibaldi compresa fra San Luca e via Villa Glori dove, stando al riassetto al momento progettato dal Comune, il divieto di transito non sarà introdotto.
Nicoletta Silvani, del Lord Caffè, apre le contestazioni: «In questo modo - attacca - questa porzione di corso rischia di diventare il parcheggio dell’altra». Proseguono Paola e Marco Antonio Acerbi, titolari dell’omonima gioielleria insieme al papà Luigi. Esprimono un concetto simile: «Corso Garibaldi è nato come corso intero, come la strada dei negozi e del mercato, delle iniziative commerciali. Così, verrebbe spezzato in due». Tre passi in direzione del centro ed ecco Jeans Mania. Le lamentele sono di Tina Chiodelli: «Sono demoralizzata sto qui da 26 anni e mi ritrovo messa in disparte. Non potremo far altro che osservare le macchine passare». Oltre l’ingresso di Kit, tra gli scaffali che ospitano capi di abbigliamento per bimbi, ci sono Barbara Ferrari e Maria Grazia Cimardi: «Invece di sfruttare scorci meravigliosi come piazza Cittanova, li dimenticano». Erboristeria Sant’Agata, ultima tappa dello scontento. Federica Alessi si mostra rassegnata ma non lo è: «Devo fare l’ennesima intervista? Rilasciare la decimillesima dichiarazione? E per cosa? Tanto non è mai servito a nulla e non servirà nemmeno stavolta. Nodi viabilistici irrisolvibili? Ma per favore...quando hanno aperto il cantiere dei sottoservizi hanno superato l’ostacolo semplicemente cambiando due sensi di marcia».

01 Maggio 2013

Commenti all'articolo

  • Luigi

    2013/05/02 - 12:12

    Stiamo ulteriormente peggiorando e desertificando questa città. Ho la possibilità di passeggiare per il centro solo alle 20, avete mai provato? E' un vero mortorio. Ricordate com'era bello e vivace Corso Campi transitabile e parcheggiabile. C'era vita, ora il centro è un vero schifo. ZTL, telecamere, divieti ovunque, polizia municipale sempre pronta a sanzionare, "Cremona bene" esclusa. Che brutta città!!! Dobbiamo renderci conto che non abbiamo un assetto viabilistico favorevole e che solo il ritorno alla libertà di movimento rende la città più funzionale e vivibile. Centro vergognoso e periferia che soffoca abbandonata a se stessa. Luigi

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000