il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Aprile da incubo per i pendolari della Cremona-Fidenza

Pendolari alla stazione di Cremona
CASTELVETRO - Ancora disagi sulla linea ferroviaria Cremona-Fidenza: gli ultimi venti giorni sono stati segnati da ritardi e soppressioni, accompagnati dai soliti silenzi di Trenitalia e della Regione Emilia Romagna a cui compete la gestione della tratta.
A fare l’elenco dei disservizi sono gli stessi pendolari del comitato, per lo più cremonesi, e partono da quanto accaduto giovedì e venerdì: a causa di un guasto al passaggio a livello situato fra Busseto e Villanova, il treno delle 19.39 che giovedì sera tornava a Cremona e quelli mattutini di venerdì diretti a Fidenza-Parma hanno accumulato dai 60 agli 80 minuti di ritardo. Inoltre è diventato praticamente cronico il ritardo dell’affollato treno mattutino che dovrebbe partire da Cremona alle 6.30 e sul quale viaggiano studenti universitari e lavoratori diretti a Parma, Modena e Bologna: anche oggi è partito un quarto d’ora dopo il previsto e ciò, per i pendolari, significa perdere la coincidenza della linea per Ancona, che parte da Fidenza alle 7.15 e porta appunto nella città ducale. Inoltre il 12 aprile il treno è stato addirittura cancellato e sostituito da due bus gremiti arrivati a destinazione un’ora dopo il previsto. Come se non bastasse il 19 aprile i treni 5163 (in partenza da Cremona alle 5.57) e 5162 (che dovrebbe arrivare nella città del Torrazzo alle 7.30) non hanno fatto tappa a Fidenza, ma sono arrivati e partiti a Busseto. A tutto questo si aggiungono i problemi degli studenti di Villanova e Castelvetro che studiano a Cremona e che, anche questo mese, stanno facendo i conti con bus sostitutivi stracolmi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

23 Aprile 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000