il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


San Felice, dopo il blitz le lucciole sono già tornate

San Felice, dopo il blitz le lucciole sono già tornate
CREMONA - E’ durata poco la tranquillità in via Mantova dopo la retata antiprostituzione dei militari dell’Arma fatta mercoledì notte a seguito delle proteste dei residenti a San Felice. Le lucciole sono già tornate, anche se in numero inferiore al solito, e si sono sistemate davanti al distributore, ben prima del rondò. E sono tornate le preoccupazioni dei cittadini che abitano a San Felice per un fenomeno che non si riesce a debellare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

07 Aprile 2013

Commenti all'articolo

  • Agostino

    2013/04/09 - 19:07

    Per quello che rischiano dalla nostra legge non ci voleva molto a capirlo, bisogna inasprire le pene agli sfruttatori e ai frequentatori, che alla pari degli sfruttatori hanno le stesse responsabilità. Quando si vuole spegnere un incendio si agisce sottraendo l'elemento che lo alimenta, inutile smorzare la fiamma se poi si riaccande. Se il cliente rischia il carcere e una sanzione pesante, oltre alla pubblicazione del suo nome, se chi le sfrutta rischia il carcere e l'allontanamento dal territorio, forse funziona, ma in Italia siamo tutti buoni, mai sia invadere la privacy, anche se si tratta di delinquenti.

    Rispondi

  • mario

    2013/04/08 - 11:11

    Queste povere "disgraziate" non giungono a piedi, ma qualcuno le scaricherà in zona. E se invece di colpire le ragazze si cercasse di colpire chi le sfrutta? E' poi così difficile?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000