il network

Venerdì 02 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cremona Solidale, ipotesi gestione esterna per le cucine

E si valuta l'opzione appalto anche per pulizie e farmacia

Cremona Solidale, ipotesi gestione esterna per le cucine
Ieri, nella commissione Affari Sociali di Cremona Solidale, sono stati presentati il bilancio preventivo e il piano pluriennale dell'azienda speciale. Sul delicato capitolo delle esternalizzazioni l’assessore Luigi Amore ha sottolineato: «Esternalizzare non vuol dire privatizzare, ma provare ipotesi gestionali diverse nel caso se ne avvertisse la necessità». Il piano prevede lo studio di una gestione indiretta di Centri diurni integrati e Centri socio sanitari, ma anche la gestione esterna delle pulizie di tutte le residenze sanitarie assistite, oltre ai servizi di manutenzione. E si è pure ipotizzato di verificare la convenienza e l’efficacia di appalto a terzi del servizio cucina e del servizio farmacia. «In entrambi i casi l’organizzazione attuale riscuote consenso da parte degli utenti, funziona e quindi non è detto che si provveda all’esternalizzazione — ha puntualizzato Amore —. Ma certo, con i tempi che corrono è un’ipotesi che non possiamo escludere a priori». Caterina Ruggeri e Annamaria Abbate hanno chiesto di ridefinire la mission di Fondazione Città di Cremona: «Dovrebbe tornare a occuparsi di patrimonio e non di assistenza diretta come finanziatore a pié di lista delle iniziative dell’assessorato comunale». A questo rilievo, Amore ha ribadito come l’azione della Fondazione sia «in linea con lo statuto».

06 Aprile 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000