il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


IL CASO

PrimaShow, via al processo

Presentate memoria e repliche

PrimaShow, via al processo
La prossima udienza fissata per il 19 settembre

Caso PrimaShow: di fronte al giudice civile monocratico Alessandra Amedea Marucchi si è tenuta la prima udienza del processo. Dopo il disbrigo delle formalità per la presentazione di memorie e repliche, è stato disposto il rinvio al prossimo 19 settembre. In quella data il processo entrerà nel vivo. Il Comune, ritenendo di non avere alcuna responsabilità, nemmeno indiretta, nel mancato pagamento da parte della srl romana delle 13 aziende che a vario titolo avevano partecipato al Festival di Mezza Estate 2010, ha deciso di ‘resistere’ ai creditori e ha optato per la costituzione in giudizio.  Si oppone all’atto di citazione promosso alla fine dello scorso mese di novembre da Format Grafica e Comunicazioni, Sebach-Servizio Bagni Chimici, Alfredo Corni, Sartoretto Group Stanting Company, Fantigrafica, Giochi di Luce Servizi, cooperativa sociale onlus Prontoservizi, cooperativa Dharma, Polografico, Hotel Astoria, Uggeri Pubblicità, Keropetrol s.p.a e Ditta Arena Giardino-Parco Tognazzi: si tratta dei fornitori, dei promotori e dei sostenitori della rassegna, tutti rappresentati dall’avvocato Giovanni Ripa, che avevano chiesto all’amministrazione di riconoscere almeno una parte del denaro vantato nei confronti della società laziale e mai incassato causa fallimento della stessa srl.  Complessivamente, un introito perduto stimato all’inizio in mezzo milione di euro e ora, invece, quantificato in 250mila euro.  In sostanza, l’amministrazione respinge ogni ipotesi di concorso.  Sulla vicenda nei mesi scorsi ha acquisito documenti e informazioni anche la Finanza di Cremona.

28 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000