il network

Lunedì 20 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


CREMONA

CdL, candidato della Lega imputato: Di Giovanna si ritira

Ordigno incendiario alla discoteca, la segreteria del partito prende le distanze

CdL, candidato della Lega imputato, Di Giovanna si ritira

CREMONA (16 maggio 2019) -  "Apprendiamo con stupore e con una certa amarezza delle vicende giudiziarie che coinvolgerebbero Cesare Di Giovanna, candidato in lista a Cremona per la Lega. Abbiamo immediatamente richiesto e già ottenuto da Di Giovanna il ritiro della propria candidatura". Così si sono espressi i vertici della Lega, i segretari Pietro Burgazzi (cittadino) Fabio Grassani (provinciale). La vicenda giudiziaria è quella dell'ordigno incendiario alla Centrale Del Latte, il locale in fregio alla tangenziale di Cremona, nella quale Di Giovanna è imputato.

Un mio coinvolgimento nell’ambito del procedimento penale inerente una presunta azione di sabotaggio ai danni del locale La Centrale del Latte di Via Nazario Sauro - ha dichiarato Di Giovanna - mi vede costretto a rinunciare alla candidatura presentata nelle file della Lega per le prossime elezioni amministrative al Comune di Cremona, non volendo danneggiare in alcun modo il progetto e la proposta politica in cui fermamente credo. Pur non avendo commesso il fatto addebitatomi, ho deciso per svariati motivi di carattere personale di accedere ad una forma alternativa di definizione del procedimento quale è il cosiddetto " patteggiamento", per nulla ostativa alla mia candidatura. Tuttavia, forse ingenuamente, non pensavo che tale fatto (a cui non conseguirà, a mio carico, alcuna sentenza di condanna) potesse essere così strumentalizzato; ricordo peraltro che il "patteggiamento" non è un ammissione di colpa, ma un mero rifiuto del processo". 

"Le segreterie locali - hanno dichiarato Grassani e Burgazzi - conformemente a quanto indicano sia le norme vigenti sia i regolamenti interni, hanno chiesto a tutti i candidati di fornire il proprio curriculum vitae e il certificato penale, che è risultato in tutti i casi completamente immacolato (come qualunque cittadino può verificare collegandosi al sito internet della Lega). In fase di candidatura si presume la buona fede e la massima trasparenza da parte dell'interessato, fiduciosi che quest'ultimo non tenga nascosti fatti o notizie che possano danneggiare l'immagine della lista e degli altri candidati, fatti dai quali nello specifico la Lega prende fermamente le distanze. Abbiamo immediatamente richiesto e già ottenuto da Di Giovanna il ritiro della propria candidatura. Rinnoviamo la fiducia e la stima nei confronti degli altri candidati in lista, auspicando massimo impegno negli ultimi giorni di campagna elettorale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

16 Maggio 2019