il network

Mercoledì 24 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Presa la gang dei ladri di bici, tutti minorenni

Sono stati sorpresi a rubare in piena notte le biciclette parcheggiate nelle rastrelliere del piazzale della stazione ferroviaria

Presa la gang dei ladri di bici, tutti minorenni

CREMONA  (13 aprile 2019) - Cinque minori di cui 4 di Mantova ed uno di Cremona, sono stati sorpresi a rubare in piena notte le biciclette parcheggiate nelle rastrelliere del piazzale della stazione ferroviaria.

Si tratta di: uno studente 16enne di Mantova domiciliato a Cremona; un altro studente 16enne residente a Mantova; uno studente 17enne di Cremona; uno studente 16enne nato in Tunisia e residente a Mantova; uno studente 16enne nato in Marocco e residente a Mantova;

Nei pressi della stazione ferroviaria - nella notte tra il 31 marzo e il 1 aprile - sono stati ripresi dalla telecamere di sorveglianza, armeggiare e tentare di forzare i lucchetti delle rastrelliere destinate al parcheggio delle biciclette e successivamente asportarne due, per poi allontanarsi. Bloccati dai militari, nel frattempo intervenuti sul posto, i ragazzi sono stati trovati  ancora a bordo delle biciclette rubate, recuperate e restituite ai legittimi proprietari. La gang ha tentato di fuggire: due erano nascosti sotto alcune auto parcheggiate in via Trento e Trieste e altri 3 erano nel portone di un palazzo.

Ai 5 giovani sono state mosse le accuse di "furto aggravato in concorso, continuato" per cui sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia. In due casi quando i militari hanno contattato i genitori per riaffidargli i figli, si sono sentiti rispondere che “potevano tenerseli” e la madre di un terzo giovane fermato, contattata nelle prime ore della mattina, invece rispondeva che era troppo presto che e sarebbe passata alla “Caserma S. Lucia”, solamente dopo qualche ulteriore ora di sonno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Aprile 2019

Commenti all'articolo

  • mario

    2019/04/13 - 11:11

    Notizia agghiacciante, non solo per il fatto dei furti, quanto soprattutto per l'atteggiamento dei genitori... non capisco perchè in questi casi non si possa immediatamente revocare la potestà genitoriale di questi "adulti" e sanzionarli per le loro condotte a dir poco scandalose!

    Rispondi

  • arcelli

    2019/04/13 - 10:10

    ottima notizia,peccato che non si faranno 1 giorno di carcere e da stasera potranno ricominciare la loro professione grazie ai magistrati pd-parziali!!!

    Rispondi