il network

Lunedì 25 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


MONTICELLI

Storia di dolore e di perdono

Venerdì 15 marzo alle 21 la parrocchia ospiterà Claudia Francardi e Irene Sisi: la prima è la vedova del carabiniere Antono Santarelli e la seconda è la madre del giovane che lo ha colpito, Matteo Gorelli

Storia di dolore e di perdono

Francardi e Sisi

MONTICELLI - La storia di due donne unite dal dolore e dal perdono sarà raccontata presto nella basilica di San Lorenzo Martire. Venerdì 15 marzo alle 21, infatti, la parrocchia ospiterà Claudia Francardi e Irene Sisi: la prima è la vedova del carabiniere Antono Santarelli e la seconda è la madre del giovane che lo ha colpito, Matteo Gorelli. La storia risale al 25 aprile 2011, quando dopo essere risultato positivo all’alcoltest durante un controllo dei carabinieri, al ritorno da un rave party in provincia di Grosseto, il giovane ha aggredito con pugni e spranghe l’appuntato dell’Arma. Morto dopo un anno di agonia in ospedale. «Una vicenda che ci comunica come le situazioni considerate impossibili possono diventare possibili – spiega il parroco monticellese don Stefano Bianchi –. Le due donne si presenteranno insieme, come amiche. Perché solo nel nome dell’amore si può ricostruire quello che è andato perduto e che tutti danno per finito e spacciato». Racconteranno la loro storia, da due punti di vista differenti che sono però accomunati dal desiderio di ricostruire basato sul perdono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

23 Febbraio 2019

Commenti all'articolo

  • renzo

    2019/02/23 - 14:02

    Grandissime donne! Complimenti siete un esempio. Grazie

    Rispondi