il network

Martedì 19 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


STORIA DELLA CITTA'

La Cremona romana in una mappa interattiva

Presentazione ufficiale venerdì 22 febbraio al Museo Archeologico di San Lorenzo

La Cremona romana in una mappa interattiva

Il tavolo multimediale con touch screen

CREMONA - Al Museo Archeologico sarà possibile calarsi nel più antico passato di Cremona grazie ad un nuovo strumento a disposizione del pubblico che potrà esplorare una mappa interattiva della città romana attraverso un tavolo multimediale touch screen. La presentazione ufficiale si terrà venerdì 22 febbraio, alle ore 17, al Museo Archeologico di San Lorenzo e vedrà intervenire il sindaco ed assessore alla Cultura Gianluca Galimberti, Nicoletta Cecchini (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Cremona, Lodi e Mantova), Monica Abbiati (Regione Lombardia), Marina Volonté (Museo Archeologico di Cremona), Gianluca Mete (Archeologo), Maria Emanuela Oddo (Spazio Geco), e Darío Garzarón Calderero (ANFFAS Cremona). La mappa consentirà ai visitatori di visualizzare la posizione dei principali scavi archeologici, da cui provengono gran parte degli oggetti e dei manufatti esposti: cliccando sui simboli riportati sulla carta archeologica, si apriranno infatti finestre contenenti testi e immagini relativi ai singoli siti di rinvenimento. Tra i ventidue siti presenti sulla mappa, sei (quelli ancora visibili e visitabili) saranno illustrati attraverso brevi videoclip. 

Un’attenzione particolare sarà dedicata alle persone con difficoltà, tema su cui i musei di Cremona stanno lavorando con particolare impegno: per ciascuno dei siti sarà disponibile infatti una versione del testo in linguaggio facile da leggere e da capire, realizzata in collaborazione con ANFFAS Cremona, mentre una sezione apposita consentirà di leggere la guida al percorso museale predisposta nell’ambito del progetto “Museo per tutti”, promosso da L’abilità onlus e supportato da Fondazione De Agostini. 

La finalità dell’installazione, realizzata grazie all’investimento del Comune, al contributo economico di Autostrade Centropadane S.p.A. e di Regione Lombardia, è di consentire ai visitatori del museo di completare la conoscenza della città romana, anche incentivando la visita a quelli, tra i siti esterni, che sono più facilmente fruibili: in particolare la strada romana di via Solferino, aperta ogni sabato pomeriggio grazie ai volontari del Touring Club. 

Il nuovo strumento, realizzato da Spazio Geco di Pavia con le nuove modalità consentite dalla tecnologia, si inserisce così nel solco della valorizzazione del palinsesto della città romana, da sempre perseguita grazie al lavoro congiunto degli archeologi della Soprintendenza e del Museo. Il suo utilizzo sarà promosso attraverso dimostrazioni guidate, che arricchiranno le visite con l’utilizzo di Oculus già programmate al museo ogni terza domenica del mese fino a giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

19 Febbraio 2019