il network

Sabato 23 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Autobus Km, lotta ai ‘furbetti’: intensificati i controlli

In azione addetti dell'azienda supportati dalla polizia: in una settimana circa 100 persone senza biglietto o col documento ma senza timbratura, giovedì 35 contravvenzioni sulle linee E e L

Autobus Km, lotta ai ‘furbetti’: intensificati i controlli

CREMONA - Circa 35 multe ad altrettanti passeggeri sorpresi a viaggiare senza biglietto. E’ il bilancio della ‘task force’ in azione mercoledì 7 febbraio sulle linee E e L del trasporto urbano. Altri controlli sono stati portati a termine nei giorni scorsi e ancora ne verranno eseguiti, specialmente sui percorsi frequentati dagli studenti: in una settimana circa 100 persone sono state trovate senza biglietto o senza la timbratura. A entrare in azione, verso le 14, sono stati cinque addetti che hanno dovuto essere supportati dalla polizia, dal momento che qualcuno dei ‘pizzicati’ ha rifiutato di mostrare un documento di identità al personale Km. Non è un giro di vite, ma «l’azienda sta correndo ai ripari», spiega Attilio Gennaroli, sindacalista della Cgil e autista verificatore. «Su alcune linee di trasporto urbano — si accalora Gennaroli — per troppo tempo si è viaggiato gratis, specialmente in certe ore del giorno. E se l’azienda in passato ha minimizzato il fenomeno, ora lo sta affrontando con determinazione, pur con le difficoltà legate alla scarsità di personale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

07 Febbraio 2019

Commenti all'articolo

  • roberto

    2019/02/08 - 08:08

    ...e dopo? mi piacerebbe sapere cosa succede dopo..rassegnatevi e' una battaglia persa..

    Rispondi

    • la talpa

      2019/02/08 - 18:06

      non è vero insegnare l'onestà è un dovere e fare rispettare le regole pure e multe salate a chi non le rispetta… le battaglie sono sempre dure, ma si vince anche. Perché l'onesto deve pagare per tutti?

      Rispondi

      • They

        2019/02/09 - 06:06

        Il problema sta nel "pagare le multe salate" in un paese dove l'illegalità è tacitamente ammessa!

        Rispondi