il network

Sabato 23 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VESCOVATO

Rifiuti, record e costi minori

La tariffa comunale è la più bassa in provincia: 85 euro per abitante l’anno. Differenziata al 77%. Il sindaco: «Risultati significativi merito dell’impegno dei cittadini»

Rifiuti, record e costi minori

VESCOVATO - Raccolta rifiuti, Vescovato ai vertici della classifica provinciale. Un risultato, emerso dallo studio del catasto nazionale dei rifiuti Ispra, raggiunto grazie alla nuova linea adottata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maria Grazia Bonfante che, dal suo insediamento, ha deciso di tenere ‘la proprietà’ dei rifiuti e trasformarli in risorse.

E questo potrebbe portare, nei prossimi anni, anche a dei benefici per i cittadini, sicuramente in termini di ambiente e probabilmente in termini economici.

«Siamo i primi in provincia per la tariffa più bassa per abitante che ammonta a circa a 85 euro ad abitante all’anno. Come Comune abbiamo effettuato la scelta politica di mantenere la proprietà del rifiuto e non demandarne ad altri la destinazione. E’ il comune stesso che fattura la vendita dei rifiuti riciclabili ai consorzi e tutti gli obiettivi dell’appalto sono stati raggiunti». Il rifiuto differenziato è stato recuperato al 77,4 per cento, l’umido è andato al compostaggio e non al biogas, la riduzione pro capite del secco è risultata a meno di 100 chili per abitante (prima era 250 chili), la raccolta differenziata è all’81,7 per cento mentre prima era 47,69 per cento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Gennaio 2019

Commenti all'articolo

  • They

    2019/01/19 - 07:07

    In realtà calcolando 85€ per abitante la mia famiglia spenderebbe molto di più di quanto pago adesso nel mio comune, ovviamente bisognerebbe conoscere nel dettaglio le tariffe.

    Rispondi