il network

Martedì 21 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


CREMONA. VIA BISSOLATI

Amianto: «Pronte a scattare le verifiche dell’Arma»

Segnalazioni dell’Ona già vagliate dal Noe di Brescia: a breve il sopralluogo. E scoppia il caso di via S. Sebastiano: ‘Nulla di fatto dopo l’esposto del 2016’

Amianto: «Pronte a scattare le verifiche dell’Arma»

Le coperture di via Bissolati finite sotto osservazione

CREMONA - Carabinieri del Nucleo operativo ecologico (Noe) di Brescia in campo per far luce sulla presenza di amianto nell’edificio di via Bissolati, un sito al centro delle segnalazioni (e degli esposti) dei referenti cremonesi dell’Osservaorio nazionale amianto (Ona), ma anche delle attenzioni del Comune di Cremona, che a più riprese ha chiesto alla proprietà dell’immobile di fare la propria parte per rimuovere ogni fonte di potenziale pericolo per la salute pubblica.

Nelle scorse ore Ivano Bonoldi, il referente Ona per Cremona e Piacenza, e l’avvocato Alessandro Vezzoni, hanno preso contatto con il comando dei militari del Noe e appreso che a breve i carabinieri si occuperanno di questa vicenda.

L’Ona non ci si ferma a via Bissolati. I referenti cremonesi dell’Osservatorio, Bonoldi in testa, hanno ripreso in mano uno dei dossier più rilevanti degli ultimi anni: quello relativo all’edificio che in via san Sebastiano si trova tra l’ingresso dell’Ats e l’oratorio dell’omonima parrocchia, oggetto di esposto in procura e segnalazione alla polizia locale nel dicembre 2016.
«Lì è stata riscontrata la presenza di amianto, tra l’altro con un indice di degrado piuttosto elevato: 44. A seguito dell’iter intrapreso - spiega Bonoldi - il Comune aveva disposto il monitoraggio della zona e, soprattutto, la bonifica dell’area interessata, entro l’8 giugno 2018. La situazione, però, risulta immutata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Gennaio 2019