il network

Lunedì 10 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BORDOLANO. LA STORIA

Dall’Oglio al Giordano, la 25enne Mineri in cattedra

Laureata in filologia, insegna lingua italiana a Gerusalemme. Tra i suoi allievi i frati della prestigiosa biblioteca generale della Custodia di Terra Santa

Dall’Oglio al Giordano, la 25enne Mineri in cattedra

BORDOLANO - Dall’Oglio al Giordano: una giovane cremonese in Terra Santa. La 25enne di Bordolano Martina Mineri si trova a Gerusalemme e in qualità di ricercatrice universitaria sta collaborando alla gestione della Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa, importante centro culturale in cui sono conservati manoscritti e libri dal 1400 ad oggi.

E al tempo stesso sta insegnando la lingua italiana ai frati francescani minori, missionari provenienti da tutto il mondo che studiano nel seminario della Custodia. La sua avventura è appena iniziata e resterà in Israele fino all’ottobre 2019. «Città affascinante e piena di ossimori – racconta Martina, laureata in filologia moderna – che unisce persone di molte culture. L’antico e il moderno a stretto contatto tra loro. Ma in questa diversità mi sento a casa». 

Oltre a catalogare i volumi e fare visite guidate, Martina sta pure insegnando italiano. «Principalmente ci sono frati che arrivano da Congo, Sud America, Sud Africa e Croazia». Passerà il Natale lontano da casa. «Alla messa di mezzanotte sarò nella Basilica della Natività. Mi aspetto forti emozioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Dicembre 2018