il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


A CAORSO

Patto di stabilità, sindaci in protesta

Manifestazione per saldare i pagamenti e rilanciare gli investimenti

Patto di stabilità, sindaci in protesta
CAORSO – Questa mattina, mentre a Roma sfilavano migliaia di sindaci in arrivo da tutta Italia, in piazza Rocca si è radunata una buona parte dei primi cittadini piacentini: 30 dei 48 amministratori per un giorno hanno accantonato le divergenze politiche e sono stati uniti nel protestare contro il patto di stabilità, che da anni frena investimenti e pagamenti bloccando, quindi, le opere pubbliche.
A fare gli onori di casa è stato il primo cittadino caorsano Fabio Callori, anche consigliere dell’Associazione nazionale Comuni italiani che ha promosso la manifestazione nazionale. “Noi non vogliamo solo poter spendere ciò che abbiamo nelle nostre casse – ha detto dal palco Callori, di fronte ai colleghi schierati con la fascia tricolore –, vogliamo che il governo centrale ci controlli: chi può pagare le imprese e investire per far ripartire l’economia fornendo servizi ai suoi cittadini e realizzando opere deve poterlo fare, mentre chi ha i bilanci in rosso deve essere commissariato. Non è giusto che i Comuni virtuosi paghino per quelli che non lo sono stati”.
E dopo le manifestazioni il governo ha espresso l’intenzione di allentare il patto di stabilità: “Per consentire – si legge su una nota di Palazzo Chigi – l’utilizzo degli avanzi di amministrazione disponibili”. Era uno degli auspici espressi a Caorso anche dal direttore regionale dell’Anci Emilia Antonio Gioiellieri. 

21 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000