il network

Lunedì 10 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


DISASTRO FERROVIARIO

Treno deragliato, ipotesi choc: rischio ‘conosciuto ma sottovalutato’

Gli inquirenti valutano l'opzione del pericolo trascurato e del mancato intervento, la linea aveva bisogno di essere riqualificata e si sapeva

Treno deragliato, ipotesi choc: rischio ‘conosciuto ma sottovalutato’

PIOLTELLO (Milano) - Si ragiona ancora sulla base di indiscrezioni, perché i consulenti della procura hanno chiesto ancora un paio di settimane di approfondimento e la perizia tecnica che doveva essere depositata ieri non è ancora stata consegnata ai magistrati che indagano sul deragliamento. Ma sulla base di quel che filtra, prende corpo l'ipotesi che quella di Pioltello se non è stata una tragedia annunciata era stata, almeno, potenzialmente non esclusa.

Motivo: nelle pieghe dell’inchiesta si sta facendo largo la convinzione che Rete ferroviaria italiana, società competente sulla manutenzione della linea ‘Cremona-Treviglio-Milano’ teatro dello schianto del 25 gennaio scorso (in cui hanno perso la vita tre persone), avrebbe saputo delle condizioni critiche di alcuni punti di quella tratta. Ma, a dispetto di allarmi e segnalazioni, avrebbe rinviato l’intervento di messa in sicurezza per problematiche relative agli appalti, ai costi, alla difficoltà e alla lunghezza di un riassetto che avrebbe richiesto di interrompere per settimane il traffico ferroviario lungo uno snodo fondamentale della circolazione lombarda. E così, sempre stando alla teoria investigativa, si sarebbe preferito attendere. Limitandosi ad interventi tampone e sperando fossero sufficienti a scongiurare guai gravi. Ma che invece, ormai quasi un anno fa, si sono palesemente rivelati inadeguati. Un rischio calcolato, in sostanza. Trascurando il pericolo e non intervenendo, ad esempio, sul giunto poi ritrovato spaccato. Era usurato e andava sostituito. Non è stato fatto. Spetta alla procura, adesso, stabilire che dovesse provvedere. E non ha provveduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Dicembre 2018