il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Droga, operato il finanziere aggredito

Il 21enne spacciatore tunisino arrestato a Caorso era già stato colpito da decreto di espulsione

Droga, operato il finanziere aggredito

Controllo anti-droga sull’argine

CAORSO - Era già stato colpito da decreto di espulsione il 21enne tunisino, senza fissa dimora ma proveniente da Milano, che stava spacciando insieme a un complice sull’argine del Nure fra Fossadello e Roncarolo. In tribunale a Piacenza è stata disposta la sua permanenza in carcere in attesa del processo: a difenderlo è l’avvocato Debora Vadrucci. Sembra invece svanito nel nulla il complice, a sua volta nordafricano, che per scappare non ha esitato a sferrare un calcio a un appuntato della guardia di finanza procurandogli fratture multiple ad una gamba: il militare è stato operato e ne avrà per alcune settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Novembre 2018

Commenti all'articolo

  • Fabio

    2018/11/19 - 15:03

    Dei decreti di espulsione questi bei tomi ne fanno un uso igienico! Se le fratture fossero state del tunisino erano tutti in piazza per solidarietà contro l'atto aggressivo delle Forze dell'Ordine, purtroppo il finanziere non la riceverà!

    Rispondi

  • Andrea

    2018/11/19 - 08:08

    Colpito da cosa....? Da un decreto ...? L imbecillità all’ennesima potenza...

    Rispondi