il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sparita la busta coi soldi del fondo detenuti, Fiamma rinviato a giudizio

Peculato, l’economo è accusato di aver sottratto oltre 14mila euro

Sparita la busta coi soldi del fondo detenuti, Fiamma rinviato a giudizio

CREMONA - L'economo del carcere Renato Fiamma, una passione per la politica — già consigliere comunale del Pd, rientrato nel partito a gennaio di quest’anno — avrebbe sottratto 14.487,37 euro, somma «di cui aveva la disponibilità per ragioni del suo ufficio» e che avrebbe dovuto depositare «nel fondo detenuti» aperto presso le Poste Italiane. Il fatto risale al 9 marzo scorso. Il gup lo ha rinviato a giudizio con l’accusa di peculato. Il processo è fissato a gennaio 2019. Il funzionario è a casa dal lavoro dallo scorso marzo, quando in Posta si sarebbe accorto di aver smarrito una busta con dentro il contante. Dall’ufficio postale ha immediatamente telefonato in carcere per sapere se fosse rimasta lì. Nel penitenziario, quella busta l’hanno cercata ovunque, ma non si è mai trovata. Sapendo che sarebbe stato indagato, lo stesso funzionario ha messo le mani avanti, presentando una denuncia. Successivamente, in fase di indagine, si è fatto interrogare e si è difeso.
«Il mio assistito respinge ogni addebito ed è stato lui stesso ad attenzionare la pubblica autorità con riguardo all’ammanco di cui all’imputazione», il commento dell’avvocato Paolo Carletti dopo la notifica dell’avviso di conclusioni delle indagini firmato dai pm Carlotta Bernardini e Milda Milli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Novembre 2018