il network

Venerdì 19 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VESCOVATO. LA STORIA

Gelati per l'Africa, il barista dona i macchinari

Corbari del ‘Centrale’ ha raccolto l’appello del frate francescano Tedoldi di Bordolano. L’obiettivo è realizzare un locale a Bissau in Guinea. Ora serve solo il banco frigorifero

Gelati per l'Africa, il barista dona i macchinari

Fra' Massimo, il barista Corbari e Cottarelli

VESCOVATO - La solidarietà non conosce confini: il barista del Bar Centrale di Vescovato Davide Corbari ha regalato al frate francescano di Bordolano Massimo Tedoldi alcuni macchinari utili per realizzare una gelateria a Bissau, capitale della Guinea-Bissau. Il progetto di fra' Massimo ha dapprima coinvolto la comunità di Bordolano, con i cittadini che hanno organizzato cene e mercatini pro missione. Grazie al passaparola anche altre persone del territorio si sono interessate all'iniziativa. In particolare Luigi Cottarelli di Vescovato, ex compagno di scuola di Tedoldi. Ma la catena solidale non si ferma qui. «Grazie a tutti dell’interessamento. Il mio amico dai tempi della scuola è venuto a conoscenza di questo progetto - aggiunge fra' Massimo - e si è subito messo a disposizione. Così adesso Davide Corbari di Vescovato ci regala i macchinari per il gelato. Avremo poi bisogno del frigorifero per conservarli».
In Guinea-Bissau non ci sono gelaterie artigianali. Ma c’è tanta frutta. Così il frate francescano ha pensato di mettere in relazione le due cose in modo da creare possibilità di autofinanziamento portando in Africa un prodotto buono e innovativo come il gelato alla frutta. Presto un giovane guineense arriverà in Italia per imparare le tecniche della gelateria. Farà poi ritorno a Bissau con le competenze necessarie per iniziare a gestire un’attività ed insegnare il mestiere ad altri ragazzi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Ottobre 2018

Commenti all'articolo

  • renzo

    2018/10/07 - 14:02

    Che sia un modo nuovo o alternativo all'accoglienza del migrante economico.....

    Rispondi