il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Scomunica legata all'aborto, concessa da Lafranconi la facoltà di assoluzione

Scomunica legata all'aborto, concessa da Lafranconi la facoltà di assoluzione

Dante Lafranconi

CREMONA - Per l'ottavo anno consecutivo il vescovo di Cremona, monsignor Dante Lafranconi, concede ai sacerdoti che nel tempo pasquale confesseranno nel territorio della diocesi la facoltà di assolvere dalla scomunica incorsa con il grave peccato di aborto. Il provvedimento vescovile ne fissa anche i limiti temporali: dal 24 marzo, domenica della Palme, fino al 7 aprile, domenica in Albis, detta anche della Divina Misericordia.
In base al canone 1398 del Codice di Diritto Canonico, al peccato di aborto consegue la scomunica, che può essere revocata dall’Ordinario diocesano o da chi ne ha le facoltà (per esempio il Vicario generale o il Penitenziere della Cattedrale). Dunque in via ordinaria un “normale” sacerdote non può assolvere una persona che ha interrotto volontariamente la gravidanza o vi ha prestato la sua collaborazione: è obbligato a indirizzare il penitente a chi ne ha la facoltà o deve domandare l’autorizzazione ad assolvere richiamando successivamente colui che richiede il perdono. Con questo provvedimento temporaneo, invece, ogni sacerdote potrà agire autonomamente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

20 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000