il network

Martedì 23 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Fusione San Pietro-Monticelli, sanpietrini contrari e Distante lascia la sala

Incontro infuocato, in tanti bocciano il progetto, cittadini infastiditi dalla presenza degli amministratori del borgo pallavicino

Fusione San Pietro-Monticelli, sanpietrini contrari e Distante lascia la sala

SAN PIETRO - Assemblea infuocata lunedì 24 settembre sul tema fusione: i sanpietrini si sono mostrati contrari all’ipotesi di diventare frazione di Monticelli e infastiditi dalla presenza degli amministratori del borgo pallavicino, che hanno infine deciso di lasciare la sala «per non creare imbarazzo». All’incontro hanno preso parte il sindaco di San Pietro Manuela Sogni e altri componenti dell’amministrazione, ma anche l’ex primo cittadino Irina Ciammaichella. A spiegare i vantaggi economici di questa operazione è stato Andrea Antelmi, che ha firmato lo studio di fattibilità appena concluso.

Uno dei sanpietrini ha anche attaccato Sogni dicendole che è stato scorretto invitare gli amministratori monticellesi: «Al momento la questione riguarda noi e non ci sentiamo liberi di parlare liberamente se abbiamo di fronte l’ipotetico futuro sindaco». A quel punto Gimmi Distante è intervenuto dicendo di non voler creare problemi con la sua presenza e così, al termine dell’esposizione di Antelmi, ha lasciato la sala insieme agli altri componenti della sua amministrazione.

E' presto per capire cosa voteranno gli 840 abitanti di S. Pietro al referendum di novembre, ma i presenti all’assemblea di lunedì avevano le idee abbastanza chiare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Settembre 2018