il network

Martedì 18 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRIGOLO. LA STORIA

Con il loro midollo osseo salvano bimba e ragazza

Francesco Livietti e Roberta Ghezzi, marito e moglie, hanno raccontato la loro esperienza al Rotary Soresina

Con il loro midollo osseo salvano bimba e ragazza

I coniugi Livietti con Giovetti e Tomasoni

BORDOLANO - La chiamano «una splendida coincidenza», perché per il trapianto di midollo osseo «è necessario che donatore e ricevente siano compatibili». E perché «servono 100mila potenziali donatori per trovarne uno compatibile». Una ‘splendida coincidenza’, «perché siamo stati chiamati a distanza di un anno, l’una dall’altro». E «pazzesca», perché è rarissimo trovare due donatori nella stessa famiglia. Quella di Roberta e di suo marito Francesco: lei ha salvato una bimba francese di 10 anni, lui una ragazza californiana di 22.

Una storia «d’amore reciproco e verso gli altri», raccontata alla conviviale del Rotary Club Soresina (mercoledì 19 settembre 2018 a Villa Zaccaria, Bordolano). Prima Roberta e poi Francesco si sono emozionati, hanno emozionato e lanciato un messaggio ai giovani per sensibilizzarli: «Il gesto che abbiamo compiuto è talmente semplice quanto grande per i risultati che può dare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

20 Settembre 2018