il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Lombardia, nuova giunta
C'è la soncinese Cappellini

Lombardia, nuova giunta
C'è la soncinese Cappellini

Cristina Cappellini

MILANO - C'è, a sorpresa, la soncinese Cristina Cappellini nella nuova giunta-Maroni che si è insediata oggi in Regione Lombardia. Cappellini sarà assessore Culture, Identità e Autonomie.
Sono 14 assessori, di cui metà donne. I nomi sono quelli trapelati negli ultimi giorni. I sette assessorati assegnati a Pdl e Fratelli d'Italia sono Mario Mantovani vicepresidente con delega alla Salute; Maurizio Del Tenno alle Infrastrutture; Mario Melazzini alle Attività Produttive Ricerca e Innovazione; Valentina Aprea all'Istruzione, Formazione e Lavoro; Alberto Cavalli al Commercio e Turismo; Paola Bulbarelli alla Casa e Pari opportunità; Viviana Beccalossi al Territorio e Urbanistica e Difesa del suolo. I sette assessori di area Lega sono Massimo Garavaglia all'Economia Crescita e Semplificazione; Antonio Rossi allo Sport e Giovani; Gianni Fava all'Agricoltura; Maria Cristina Cantù al Welfare; Claudia Terzi all'Ambiente; Cristina Cappellini alle Culture Identità e Autonomie; Simona Bordonali alla Sicurezza, Immigrazione e Protezione civile. La presentazione della Giunta è avvenuto a Palazzo Lombardia, in occasione dell'intitolazione della Sala dei 500 al giuslavorista Marco Biagi, a undici anni dal suo assassinio da parte delle nuove Br. «La scelta è stata fatta sulle competenze, sul carattere - ha detto Roberto Maroni - questa è una squadra senza differenze di carattere politico».

Alla fine una leghista cremonese nella giunta Maroni c’è. Non però, come si pensava, l’assessore provinciale <CF103>Silvia Schiavi</CF>, ma, a sorpresa, <CF103>Cristina Cappellini</CF>, 35 anni, di Soncino, figlia di<CF103> Renato</CF>, bomber dell’Inter di <CF103>Moratti</CF> senior. Il nuovo governatore le ha assegnato le deleghe Culture, Identità e Autonomie. 
Cristina Cappellini è stata capoufficio legislativo di <CF103>Umberto Bossi,</CF> poi di Maroni. E ha collaborato anche con <CF103>Calderoli</CF>. La sua nomina è stata inattesa. Pare che l’abbia voluta al suo fianco Maroni personalmente mentre <CF103>Gianni Fava,</CF> viadanese di casa sotto il Torrazzo, spingeva per Silvia Schiavi. Alla fine l’ha spuntata la prima.
Chi è Cristina Cappellini. 35 anni, di Soncino, è figlia di Renato, bomber dell’Inter di Moratti senior. Cristina Cappellini è stata capoufficio legislativo di Umberto Bossi, poi di Maroni. E ha collaborato anche con Roberto Calderoli. La sua nomina è stata inattesa. Pare che l’abbia voluta al suo fianco Maroni personalmente mentre Gianni Fava, viadanese di casa sotto il Torrazzo, spingeva per Silvia Schiavi. Alla fine l’ha spuntata la prima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

20 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000