il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Polmonite, boom nel Bresciano: a Cremona la guardia è alta

Più di centoventi casi in pochi giorni nella Bassa, tra Montichiari, Manerbio e Mantovano, il primario dell’ospedale Maggiore Bosio rassicura: 'Nessun incremento significativo'

Polmonite, boom nel Bresciano: a Cremona la guardia è alta

CREMONA - A Cremona il primario ospedaliero Giancarlo Bosio non ha registrato incrementi degni di nota nella diffusione della patologia. Per ora non sembra aver varcato il confine della provincia l’allarme-polmonite scattato nella Bassa Bresciana orientale e nel Mantovano, dove in pochi giorni si sono registrati 121 accessi al pronto soccorso per polmonite. La guardia, però, è alta. «Regione Lombardia, attraverso Ats Brescia, sta proseguendo con gli approfondimenti e le indagini volte a individuare possibili correlazioni tra i casi di polmonite che si stanno manifestando da alcuni giorni nei territori della Bassa Bresciana orientale e del Mantovano», spiega l’assessore regionale lombardo al Welfare, Giulio Gallera. «Risultano 121 gli accessi per polmonite al pronto soccorso degli ospedali di Montichiari, Manerbio, Desenzano del Garda, Gavardo, Asola, Castiglione delle Stiviere e Mantova».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Settembre 2018