il network

Giovedì 18 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


LINEA CREMONA BRESCIA

Treno soppresso: 'C... vostri, andate in un altro paese'

Il racconto di una viaggiatrice di quanto sarebbe accaduto all'ufficio informazione di Trenord, nuova polemica dopo l'annuncio razzista sulla Cremona-Milano

Pendolari, sulla Cr-Bs 'sfreccia' il treno mono-carrozza classe 1978

BRESCIA - Dopo l'annuncio razzista sul treno Milano-Cremona, Trenord è di nuovo nella bufera per un fatto analogo avvenuto alla stazione Brescia. Secondo il Giornale di Brescia che riporta la notizia, un gruppo di passeggeri, giovedì 9 agosto, ha chiesto informazioni all'ufficio di Trenord su quale convoglio sarebbe partito per Cremona dopo che quello delle 18 era stato soppresso. Una viaggiatrice ha raccontato che il personale si è dimostrato subito molto sgarbato e, dietro alle insistenze dei passeggeri, uno degli addetti avrebbe detto 'Sono c... vostri'. E in risposta alle proteste avrebbe aggiunto 'se non vi va bene che i treni non funzionino in Italia, andatevene in un altro paese'. La pendolare ha manifestato l'intenzione di denunciare all'azienda quanto accaduto. Nessun commento da parte di Trenord, prima di eventuali verifiche sulla veridicità dell'accaduto.

12 Agosto 2018

Commenti all'articolo

  • Fabio

    2018/08/13 - 13:01

    Siccome e' stato detto agli Italiani nessuna presa di posizione da una certa parte politica. Se fosse stato detto verso risorse, apriti cielo!

    Rispondi

  • roberto

    2018/08/13 - 10:10

    mi viene da dire: se l'azienda nonè all'altezza, figuriamoci il personale: il pesce puzza sempre dalla testa…..

    Rispondi

  • alessandro

    2018/08/13 - 00:12

    "dietro alle insistenze"?.....perchè allora non esagerare e scrivere "di dietro alle insistenze"?.....o anche "un pó sotto è un pó sopra allllllle insistenze"?....

    Rispondi

  • graziano

    2018/08/12 - 11:11

    Brescia? Non mi stupisce. Questo è un fatto grave, non il caso della Capotreno di Trenord. Qui si che ci vuole una denuncia.

    Rispondi