il network

Domenica 19 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Legionella, un caso all'Ospedale Maggiore

Bosio, primario di Pneumologia: "Lo stato di salute del paziente non è affatto preoccupante. E non è una forma di tipo endemico"

Legionella, un caso all'Ospedale Maggiore

Il primario Giancarlo Bosio

CREMONA - Nel pieno dell’allarme sulla probabile epidemia registrata proprio in questi ultimi giorni a Bresso, nel milanese, anche a Cremona torna ad affacciarsi lo ‘spettro’ della legionella. E’ infatti di qualche giorno fa il ricovero di un settantenne cremonese nella Pneumologia dell’Ospedale di viale Concordia, guidata dal primario Giancarlo Bosio. «Ma lo stato di salute del paziente non è affatto preoccupante», sottolinea Bosio. «La patologia viene trattata, si registra un continuo miglioramento e presto potremo procedere alle dimissioni». «Preciso inoltre che non ci siamo trovati di fronte ad una forma di tipo epidemico (come invece potrebbe essere quella di Bresso, ndr) ma di tipo sporadico. Un caso isolato, come se ne verificano anche da noi praticamente ogni anno senza creare particolari problemi». Sulle cause di questo episodio, il medico ovviamente non si sbilancia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Luglio 2018