il network

Mercoledì 12 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA STORIA

Donna appartata con il don, l'avvocato: 'L'ex marito non è uno stalker'

Interviene il legale dell'uomo che ha scoperto la donna con il sacerdote: 'Ha presentato anche denuncia'

Paoloni non parlerà al processo sul tennis scommesse

L'avvocato Luca Curatti

«Il mio assistito non è uno stalker e ha denunciato il sacerdote che lo ha colpito con un pugno». L’avvocato Luca Curatti, del foro di Cremona, legale dell’uomo che ha scoperto l’ex moglie appartata in auto con un parroco di colore, interviene per chiarire alcuni aspetti della vicenda. Prima di tutto conferma che il suo cliente ha presentato denuncia per lesioni (l’uomo ha riportato sette giorni di prognosi, accertati all’ospedale Maggiore) e poi sottolinea «la volontà del mio assistito di non passare per uno stalker perché non ha mai perseguitato l’ex moglie, né l’ha tormentata con telefonate o messaggi, al contrario di quanto riportato da alcune testate giornalistiche».
Vi ritenete dunque parte lesa? «A mio parere in tutti i sensi, ma sarà la magistratura a chiarire ogni aspetto della vicenda che è tutta personale» - ribadisce Curatti.
Ma il pugno del sacerdote c’è stato, vero? «Appunto, sarà la magistratura a occuparsi dell’aspetto penale. Il resto, puntualizzo, sono questioni private, che occorre trattare con grande riserbo e rispetto, anche perché di mezzo ci sono due minori, figli della coppia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Luglio 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/07/21 - 08:08

    Cardinali e vescovi implicati in casi di pedofilia , preti che approfittano di mogli fedeli/ infedeli per poi ritirarsi in convento per pentirsi ( o rigenerarsi ) , preti neri che prima di pentirsi picchiano i mariti onorando la loro cultura che dovremmo fare nostra , ma che sconvolge è la volontà dei fedeli di giustificare tutto dicendo che c'è di peggio !

    Rispondi