il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Dopo il ritiro della patente si getta dal cavalcavia ferroviario

Il tragico gesto di un 30enne di Caorso, travolto da un treno venerdì sera a Piacenza, era risultato positivo all’alcoltest

Dopo il ritiro della patente si getta dal cavalcavia ferroviario

CAORSO - Paese sotto choc per il suicidio di un 30enne, molto conosciuto in tutta la Bassa anche perché ha gestito insieme alla famiglia varie attività commerciali: venerdì sera, 13 luglio, dopo che le forze dell’ordine lo hanno fermato ad un posto di blocco e gli hanno ritirato la patente, si è gettato dal cavalcavia ferroviario alle porte di Piacenza, poi è rimasto seduto fra i binari in attesa di un convoglio ferroviario che pochi istanti dopo lo ha travolto e ucciso. Gli automobilisti che hanno assistito alla scena impotenti hanno subito allertato i soccorsi, ma non c’è stato nulla da fare. Al momento sulle cause del tragico gesto si possono solo fare ipotesi, la più accreditata è appunto quella che parla di un momento di fragilità legato alla sanzione appena subita. Stando alle testimonianze il giovane si sarebbe trascinato fra i binari per poi mettersi seduto. Mentre vigili del fuoco e polizia stavano arrivando a sirene spiegate sul posto, purtroppo è arrivato un treno e l’uomo non avrebbe fatto nulla per spostarsi. Indagano carabinieri e Polfer.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Luglio 2018