il network

Sabato 17 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Giovane violentata in Trebbia: 'Abusata mentre dormiva'

La motivazione della sentenza d’appello che ha confermato la pena di 4 anni per i due cremonesi che approfittarono della 19enne (anch'essa di Cremona) in una tenda, a ottobre il caso arriva in Cassazione

Violenza sessuale in Trebbia

CREMONA - Uno spensierato fine settimana in tenda con gli amici sulle rive del Trebbia. La sera, la grigliata con l’alcol che scorre, poi il risveglio choc nella tenda di due uomini più grandi di lei, che si erano uniti al gruppo di ragazzi. E che in quella tenda, dove lei era caduta in un sonno profondo, l’avevano toccata e violentata con le mani.

Accadeva nella notte tra il 5 e il 6 agosto del 2011. La vittima, di Cremona, all’epoca aveva 19 anni, i suoi violentatori, di Cremona anche loro, 41 e 31 anni, uno dei quali, il più adulto, medico. Il tribunale di Piacenza, li ha già condannati a 4 anni di reclusione, sentenza confermata dalla corte d’appello di Bologna. Il 5 ottobre prossimo il caso sarà discusso in Cassazione, alla quale ha fatto ricorso la difesa degli imputati, condannati, inoltre, a risarcire, in solido, 30mila euro alla vittima, che si è costituita parte civile attraverso l’avvocato Cristina Pugnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Luglio 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/07/10 - 08:08

    Ho l'impressione che il termine "violenza sessuale " venga utilizzato con leggerezza : qui una donna di 19 anni si ubriaca con il resto della compagnia , poi fa del petting con compagni di sbronza in tenda ( questo quanto si evince dall'articolo ) . Mi sembra una esagerazione pensando che a un rapinatore comminano la stessa pena .

    Rispondi