il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Rete illegale, tornati i pescatori di frodo

Intanto le guardie hanno intensificato le operazioni interprovinciali

Rete illegale, tornati i pescatori di frodo

A pochi giorni dalla firma dell’importante protocollo interregionale contro la pesca di frodo, che interessa sia Cremonese sia Piacentino, le guardie ittiche volontarie hanno trovato l’ennesima attrezzatura non consentita lungo corsi d’acqua del territorio. Stavolta al centro dell’attività illegale non c’è il fiume Po ma il canale irriguo di via Boschi a San Nazzaro di Monticelli d’Ongina: sabato sera, 7 luglio, durante un servizio di vigilanza ittico-ambientale serale e notturno gli agenti del Carp Fishing Italia Piacenza (che ha sede proprio a Monticelli) e dell’Accademia Kronos di Piacenza hanno rinvenuto una rete tramaglio. Era posizionata in acqua in modo tale da poter essere ritirata alcune ore dopo con i pesci intrappolati nelle maglie. Immediatamente gli agenti hanno proceduto alla rimozione dell’attrezzo e al relativo sequestro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Luglio 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/07/10 - 11:11

    I pescatori di frodo non sono mai andati via !!!!!!!!!

    Rispondi