il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


STRADE, SCUOLE E PERIFERIE PENALIZZATE

Patto di (in)stabilità

Il Comune di Cremona sarebbe in grado di accendere mutui ma ha le mani legate

Patto di (in)stabilità
Che cosa potrebbe fare il Comune di Cremona se non fosse legato e vincolato all’ormai famigerato patto di stabilità? Strade, parchi e scuole. Sono questi i primi tre settori che vengono penalizzati. Il Comune sarebbe in grado di accendere mutui per finanziare gli interventi necessari. Ma, di fatto, non può, pur avendone la capacità finanziaria. «Avremmo tutte le caratteristiche per farlo — spiega l’assessore al Bilancio, Roberto Nolli — però, come è noto, il problema è che non si può pagare». Cremona è uno dei Comuni più virtuosi a livello nazionale e ha programmato investimenti per 30 milioni di euro sulla città. «Non c’è città dalle dimensioni simili alla nostra che ha questo impegno: abbiamo messo a gara 10 milioni per gli edifici Erp, 13,5 milioni per i sottopassi, i lavori in via Mantova, il polo della cremazione. Se avessimo solo un alleggerimento del vincolo di bilancio, molti problemi potrebbero essere risolti». 
APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE CARTACEA DE 'LA PROVINCIA' IN EDICOLA DOMENICA 17 MARZO

16 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000