il network

Martedì 13 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Pugni da dietro mentre urinava: ‘aggressione umiliante’, condanna

L'episodio è avvenuto nel bagno del locale 'Chiave di bacco'

Secco 'no' all'accorpamento del tribunale di Cremona a quello di Mantova

Il tribunale di Cremona

CREMONA - Già l’essere aggrediti non piace a nessuno. Ma l’aggressione diventa «umiliante» se «la vittima viene colpita da dietro mentre urina in un locale pubblico». Lo scrive il giudice di pace, Luciano De Vita, nelle dieci pagine di motivazione della sentenza di condanna a 600 euro di multa, pena pecuniaria inflitta ad Alan, 43 anni, mantovano, accusato di lesioni per aver colpito al capo, con più pugni, Michele, operaio cremonese di 32 anni, mentre stava urinando nel bagno della ‘Chiave di Bacco’. Referto: «trauma cranico facciale non commotivo e trauma distrattivo del rachide cervicale in seguito a percosse»: sei giorni di prognosi.  Difeso dall’avvocato Luca Curatti, Alan è stato inoltre condannato a risarcire 1.300 euro di danno alla vittima, che si era costituita parte civile attraverso l’avvocato Alessandro Zontini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Giugno 2018