il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Truffa ai danni di una ditta, tre denunciati

Hanno pagato la merce con un assegno risultato smarrito e poi hanno ritentato il colpo, ma ad attenderli hanno trovato la polizia

Truffa ai danni di una ditta, tre denunciati

CREMONA - Un cittadino italiano 44enne, un egiziano di 43 e un marocchino di 42 anni, sono stati denunciati dagli uomini della Squadra mobile per i reati di truffa in concorso, tentata truffa in concorso e ricettazione. I tre sono gli autori di una truffa ai danni di una ditta dedicata alle forniture industriali con sede a Cremona. In particolare, giovedì 21 giugno, i tre avevano acquistato dell’attrezzatura da cantiere del valore complessivo di 2.000 euro, pagando con un assegno non valido. Ad accorgersene è stata una dipendente della ditta che, il giorno dopo, previa verifica con la banca, aveva scoperto che l’assegno presentato era stato denunciato come smarrito e non poteva pertanto essere riscosso. La titolare della ditta, che aveva dato ormai per perso il denaro, riceveva una chiamata da parte degli stessi truffatori che esprimevano il desiderio di recarsi nuovamente nell’azienda per acquistare altra merce. La titolare decideva di dare appuntamento ai truffatori nel pomeriggio e, nel contempo, ha allertato la polizia di Stato. Giunti sul luogo i poliziotti coglievano due soggetti in flagranza di reato mentre stavano per pagare con un altro assegno bancario non valido. Gli agenti, decidevano dunque di accompagnare i due uomini in questura, dove dichiaravano di aver ceduto la merce ad un altro uomo, indicando l’abitazione di quest’ultimo. Immediatamente gli agenti si portavano sul luogo indicato e qui rinvenivano la merce e deferivano all’autorità giudiziaria competente anche il terzo soggetto per il reato di ricettazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Giugno 2018