il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Cavatigozzi, rondò al cimitero. Il Comune offre un'alternativa

L’idea che si sta delineando prevede un attraversamento ciclopedonale regolato da un semaforo a chiamata

Cavatigozzi, rondò al cimitero. Il Comune ha un 'piano B'

CREMONA - Il Comitato di quartiere torna alla carica sulla realizzazione di una rotatoria sulla via Milano, alle porte di Cavatigozzi, nei pressi del cimitero e della palestra comunale. L’amministrazione, però, spegne le speranze di realizzazione dell’opera, ma è disponibile a un altro intervento che risponda comunque alle esigenze di sicurezza sottolineate dai cittadini. L’idea che si sta delineando prevede un attraversamento ciclopedonale regolato da un semaforo a chiamata che porti la pista ciclabile — che inizia/finisce all’altezza della palestra — fino in piazza della Sorgente e da lì a Spinadesco. La richiesta di rotatoria, promossa dal Comitato di quartiere 3 (Cavatigozzi, Picenengo, San Predengo) è stata sottoscritta nell’agosto dell’anno scorso da 400 residenti ed è stata depositata dal presidente del Comitato all’ufficio protocollo del Comune. Passato un anno, il Comitato ora si chiede che fine abbia fatto. «Nonostante lo Statuto comunale prevedesse che tale richiesta fosse oggetto di una votazione in Consiglio Comunale — scrive il Comitato sulla sua pagina Facebook —, l'inserimento nell'ordine del giorno non ci è mai stato concesso». «La rotatoria — spiega l’assessore Alessia Manfredini — era inserita fra le opere mitigative e compensative del terzo ponte sul Po. Quell’opera però è ferma al palo e per la rotatoria non c’è un progetto depositato, né un finanziamento e non è compresa nel programma delle opere pubbliche. L’idea, inoltre, risale a 10 anni fa, prima che la realizzazione del Peduncolo togliesse il traffico pesante da via Milano e dalla frazione. Detto questo, comunque, c’è da parte dell’amministrazione la massima disponibilità a studiare insieme al quartiere altre soluzioni tecniche che rispondano alle esigenze di sicurezza sollevate dai cittadini». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Giugno 2018