il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Prostituta violentata, condanna a sei anni

La violenza in un appartamento di via Vittori, sotto accusa un romeno. A un connazionale due anni e sei mesi per tentata estorsione: vittima il protettore cremonese

Prostituta violentata, condanna a sei anni

CREMONA - Due prostitute colombiane - Edilma e Bianca -, il loro protettore Pier, 66 anni, cremonese residente fuori città, i romeni Mihai, Robert e Petru, e una casa in via Vittori, quartiere Po. Qui, la notte del 15 novembre del 2015, sarebbe successo di tutto. Petru in camera da letto avrebbe costretto Bianca ad avere un rapporto sessuale, ma lui ha sempre giurato di no, di aver pagato 50 euro per un rapporto orale. Accusato di violenza sessuale, martedì 19 giugno l’uomo è stato condannato a sei anni di reclusione, tanti quanti ne aveva chiesti il pm, Milda Milli. Petru, presente alla lettura della sentenza, era difeso dall’avvocato Massimo Tabaglio. Robert, che sosteneva di essere «il capo della zona», pretendeva dall’anziano protettore Pier una percentuale (500, 600 euro) e lo minacciò con il gesto della pistola puntata alla tempia. Accusato di tentata estorsione, Robert è stato condannato a due anni e sei mesi di reclusione, rispetto ai quattro anni chiesti dal pm. Era difeso dall’avvocato Giuseppe Borelli. La sentenza è stata pronunciata dal presidente Giuseppe Bersani (a latere i giudici Giulia Masci e Francesco Sora). Il presidente ha inoltre ordinato l’espulsione dal territorio nazionale dei due romeni, una volta espiata la pena.  La motivazione della sentenza sarà depositata entro novanta giorni. I difensori hanno preannunciato il ricorso in appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

19 Giugno 2018