il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SAN BASSANO

Il soldato torna a casa dopo 76 anni, trovato il corpo

La scoperta in una città ucraina, Muselli era stato dichiarato disperso nel 1942: riconosciuto grazie alla piastrina, domenica l’accoglienza solenne nel suo paese

Il soldato torna a casa, dopo 76 anni, trovato il corpo

SAN BASSANO - Dichiarato disperso il 14 dicembre 1942, per oltre 75 anni di Giuseppe Muselli non si è più saputo nulla. Ogni mese inviava una lettera dal fronte russo al fratello maggiore, poi solo silenzio. Col passare delle settimane e dei mesi, i familiari hanno dovuto arrendersi alla consapevolezza che dalla campagna di Russia non sarebbe mai tornato. L’unica speranza, covata per tre quarti di secolo, era che da qualche parte, al di qua o al di là del Don, venissero recuperati i resti in modo da poter garantire al soldato, scomparso in combattimento a soli 28 anni, degna sepoltura. Speranza che domenica verrà finalmente esaudita: le spoglie di Muselli, sepolte in una tomba singola, sono state rinvenute qualche mese fa a Krasnogorovka, città ucraina situata a venti chilometri da Donetsk, non lontana dal Mar Nero. Oltre a quelli del giovane sambassanese, sono stati ritrovati i resti di cento connazionali, tutti evidentemente periti in battaglia. Soltanto in tre sono stati identificati (Muselli dalla piastrina di riconoscimento), gli altri no. Domenica la cerimonia inizia alle 16.30 con l’arrivo dei resti in chiesa parrocchiale. Al camposanto si provvederà poi alla tumulazione in un ossario comune, riservato alle vittime della guerra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

20 Giugno 2018