il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. LA CACCIA CON I FALCHI

Il ‘bird control’ funziona: già 300 piccioni in meno

La verosimile stima dopo poco più di un mese di voli serali e notturni dei rapaci al cimitero. Ora interventi avanti con alleati imprevisti: i gabbiani

Il ‘bird control’ funziona: già 300 piccioni in meno

CREMONA - Volano sul cimitero dalla sera dello scorso 2 maggio, i falchi ‘anti-piccione’. E se l’obiettivo della loro presenza era contenere il numero dei volatili, provando così ad opporsi anche al degrado che provocano con guano e sporcizia a dispetto di reti e protezioni, lo si sta raggiungendo: dopo un mese di ‘bird control’, trascorso al ritmo di una, massimo due uscite alla settimana, con un minimo di quattro e un massimo di sette rapaci in azione, la colonia che da anni stazionava fra le tombe appare ridotta di 300, anche 350 unità.

Si tratta ovviamente di una stima ma è piuttosto attendibile. Il sistema cui l’amministrazione è ricorsa, voluto dall’assessore Rosita Viola e organizzato dal dirigente Marco Pagliarini, che hanno affidato un’impresa risultata sempre impossibile in passato a Paolo Caprioglio e Daniele Cominetti, specialisti dell’associazione ‘Il mondo nelle ali’ di Gassino Torinese, sta funzionando.

Fra l'altro i falconieri hanno degli alleati imprevisti: i gabbiani che si muovono fra i cipressi e che stanno diventando anch’essi nemici dei piccioni. Antagonisti in un ambiente sempre più ostile. Specie contro specie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Giugno 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/06/10 - 10:10

    Ha tutta l'aria di una bufala ! Chi ha contato i piccioni rimasti , per poter affermare che ne mancano 300 ? E con quale tecnologia.... le dita ? E' talmente forte la necessità di poter dire che qualche iniziativa ha funzionato , che si attaccano alla caccia ai piccioni !

    Rispondi