il network

Martedì 13 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Truffa, 'difetto di querela': per Rizzo 'non luogo a procedere'

Il calabrese residente a Reggio Emilia fu denunciato da Pisani (titolare del 3T Store)

'No all'accorpamento del tribunale fallimentare a Mantova'

CREMONA - Per ‘difetto di querela’, il giudice Tiziana Lucini Paioni ha dichiarato il «non doversi procedere» nei confronti di Antonio Rizzo, 34 anni, calabrese d’origine, residente a Reggio Emilia, trascinato a giudizio da Alessandro Pisani, titolare del '3T Store' negozio della Apple, in piazza Stradivari, che lo aveva querelato per truffa in relazione all’acquisto di computer, iPad e iPhone per oltre trentamila euro. Per l’accusa, mai pagati. Il giudice ha inoltre assolto «perché il fatto non sussiste» il coimputato Claudio Lana, ottico, all’epoca titolare di un negozio e un militare, finito in mezzo con l’accusa di ricettazione di un telefonino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

04 Giugno 2018