il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Governo, il presidente Mattarella convoca Carlo Cottarelli

Salirà al Colle per ricevere verosimilmente un mandato per formare il nuovo governo

Governo, il presidente Mattarella convoca Cottarelli

Carlo Cottarelli

ROMA/CREMONA - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha convocato al Quirinale per la mattinata di lunedì 28 maggio, l'economista cremonese Carlo Cottarelli. 

Ex commissario alla spending review del governo Renzi, dopo l'incarico rimesso da Giuseppe Conte, Cottarelli salirà al Colle per ricevere verosimilmente un mandato per formare il nuovo governo (tecnico?) dal presidente Mattarella.

Nato a Cremona nel 1954, Cottarelli è Direttore dell'Osservatorio Conti Pubblici Italiani – Università Cattolica del Sacro Cuore e Visiting Professor alla Università Bocconi. Laureato a Siena e alla London School of Economics, dopo aver lavorato in Banca d’Italia ed Eni, dal 1988 al 2017 è stato nel Fondo monetario internazionale. È stato commissario straordinario per la revisione di spesa, nominato dal governo italiano, da ottobre del 2013 a novembre 2014. Ha scritto numerosi articoli e saggi accademici. Per Feltrinelli ha pubblicato La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare (2015) e Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016) e I sette peccati capitali dell’economia italiana (2018).

27 Maggio 2018

Commenti all'articolo

  • angelo

    2018/05/28 - 11:11

    ecco ci risiamo: ALTRO GOVERNO TECNICO! e gli 11milioni di voti degli italiani, come al solito, finiscono nel cestino. Complimenti a chi sta facendo di tutto per non far governare il M*****. Di nuovo in mano alle lobby.

    Rispondi

  • mario

    2018/05/27 - 23:11

    Come commissario straordinario per la revisione della spesa ha combinato ben poco.... e lo ha ammesso lui stesso, mi pare... adesso è premier incaricato, all'indomani delle elezioni politiche perse dalla sinistra che lo aveva chiamato a quell'incarico da commissario... povera Italia, sembra davvero una barzelletta di pessimo gusto!!!

    Rispondi