il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAPPELLA CANTONE

Pista da motocross come ‘scudo’ contro rifiuti e discariche

La Fondazione Robbiani, proprietaria di una ex cava in località Retorto, ha deciso di affittare il terreno per la realizzazione dell'impianto sportivo

Stop cave, arriva la pista da motocross

CAPPELLA CANTONE - Una pista da motocross come ‘scudo’ contro i rifiuti e le discariche. E’ il progetto condiviso da quattro Comuni (Cappella Cantone, Soresina, San Bassano e Castelleone), dalla Provincia e dalla Fondazione Robbiani, proprietaria di una ex cava in località Retorto. Terreno che l’ente soresinese ha deciso di affittare a un imprenditore di Castelleone intenzionato a realizzare e gestire un crossodromo. Per l’uomo, grande appassionato di motori, si tratterebbe della prima esperienza manageriale, e per il territorio la sua attività rappresenterebbe una protezione importante, perché l’eventuale costruzione della pista, in quanto impianto sportivo di pubblico interesse, introdurrebbe una fascia di rispetto (in tutte le direzioni) che impedirebbe nella superficie interessata dalle cave la realizzazione di qualsivoglia centro di di stoccaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Maggio 2018