il network

Mercoledì 26 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Allarme droga a scuola, i presidi: 'Vigilare e prevenire'

Professori in prima linea dopo l'arresto dello studente 17enne

Allarme droga a scuola, i presidi: 'Vigilare e prevenire'

CREMONA - L’arresto di uno studente 17enne, accusato di ‘detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio continuato e aggravato’, riaccende i riflettori sull’allarme droga a scuola, sulla prevenzione e sulle strategie di intervento e tutela. L’attenzione al bullismo e al cyberbullismo ha tolto visibilità mediatica al problema, ma non per questo l’emergenza ‘sballo’ è meno pressante. Lo sa bene chi vive in prima linea la questione: professori, presidi e i genitori, solitamente gli ultimi a rendersene conto. Prevenire sembra la parola d’ordine per i dirigenti scolastici, che sul fenomeno rimangono vaghi, quasi che la cosa riguardasse universi paralleli. Almeno questo emerge dopo aver sentito i pareri di Alberto Ferrari (Ghisleri), Laura Parazzi (Aselli),  Roberta Mozzi (Torriani), Mirelva Mondini (Manin) e Flavio Arpini (Anguissola).

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

20 Maggio 2018