il network

Martedì 18 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SORESINA

Bossi e Comaroli (Lega): «Città insicura»

Un’interrogazione scritta al ministro dell’Interno

Bossi e Comaroli (Lega): «Città insicura»

I portici di piazza Garibaldi a Soresina

SORESINA - Un’interrogazione a risposta scritta al ministro dell'Interno in merito al continuo susseguirsi di reati ed episodi di violenza accaduti a Soresina. Il documento porta la firma dei due parlamentari leghisti eletti nel territorio, il senatore Simone Bossi, e la deputata Silvana Comaroli, ed è stato presentato con lo scopo di puntare i riflettori su una situazione che, a giudizio dei due, necessita di un intervento urgente di controllo e contrasto. «Da inizio anno non c’è giorno che il comune non finisca sulla cronaca locale e talvolta nazionale. Riteniamo che il paese non possa vivere in scacco a situazioni di guerriglia urbana, furti, estorsioni, rapine senza vedere interventi incisivi per altro richiesti dai cittadini stessi. Pur conoscendo bene le difficoltà che le forze dell’ordine hanno ogni giorno nello svolgere il proprio lavoro, siamo a chiedere quali misure il ministero ritenga opportuno assumere per ripristinare a Soresina l’ordine pubblico e se, in particolare, intenda disporre il potenziamento dei distaccamenti presenti nella cittadina». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Maggio 2018