il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SOTTO IL TORRAZZO

Gemellaggio tra Cremona e Füssen nel segno della cultura

Firmato il patto nel corso di una solenne cerimonia tenutasi nel pomeriggio nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale

Gemellaggio Cremona e Füssen nel segno della cultura

Iacob e Galimberti

CREMONA - Firmato il Patto di Gemellaggio tra le città di Cremona e di Füssen. La sottoscrizione è avvenuta nel corso di una solenne cerimonia tenutasi nel pomeriggio nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, presenti le massime autorità civili e militari. Il sindaco Gianluca Galimberti e il borgomastro Paul Iacob, dopo le allocuzioni, precedute dagli inni europeo, tedesco ed italiano, eseguiti dal Coro Ponchielli Vertova diretto da Patrizia Bernelich, hanno sottoscritto il documento ufficiale che sancisce il rapporto tra le due comunità.

“La cultura unisce. Cremona, capitale mondiale della liuteria, e Füssen, città dei violini, sono profondamente unite. Abbiamo l’obbligo, dunque, di realizzare qualcosa di importante attraverso il nostro patrimonio culturale. Posso dire con orgoglio che ci siamo impegnati molto per riuscirci”, ha detto, tra l’altro, nel suo discorso Jacob. Ricordati i primi contatti tra le due città a partire dal 2009, avviati grazie a Carlo Alberto Carutti, che ha ringraziato insieme agli ex sindaci Paolo Bodini ed Oreste Perri che li hanno consolidati, Jacob ha aggiunto: “Mi sta molto a cuore che il nostro gemellaggio non si limiti solo all'aspetto culturale. Dovremmo iniziare a pensare in quali altri ambiti potremmo lavorare insieme. Forse organizzando incontri sportivi, programmi di scambio fra studenti, attività in campo turistico”.

A seguire ha preso la parola Galimberti che, dopo avere ringraziato i suoi predecessori e tutti coloro che si sono impegnati per organizzare l’evento di oggi, ha sottolineato come la storia di relazioni tra città è fatta dai rapporti che, come in questo caso, si instaurano tra le persone. “E’ un lungo percorso quello che ci ha portato sin qui – ha dichiarato – ed è un lungo cammino quello che inizia nell’ambito della cultura, del turismo e di tante altre cose da fare insieme e lo dobbiamo alla tradizione dei nostri grandi liutai. Ma in questa occasione vorrei parlare anche di una realtà che mi preoccupa molto: l’Europa, oggi fortemente malata. Siamo due piccole realtà con una grande storia e stiamo dando un esempio davvero importante, perché Cremona e Füssen, comprendendo l’importanza dell’incontro tra culture diverse ma simili, hanno solidi legami e coltivarli significa dare speranza”.

Testo del Patto di Gemellaggio tra le città di Cremona e Füssen

"Riconosciuto che i rapporti di gemellaggio, coinvolgendo direttamente i cittadini, favoriscono il processo di integrazione europea promuovendo il dialogo interculturale, lo scambio di esperienze, conoscenze e valori, il confronto costruttivo di opinioni e l’arricchimento reciproco, contribuendo quindi alla definizione dell’identità europea; considerato che i gemellaggi tra città di diverse nazioni rappresentano un istituto particolarmente significativo atto a favorire e promuovere la collaborazione tra le popolazioni nonché il loro sviluppo culturale, economico, sportivo e turistico; considerato che il gemellaggio si concretizza tramite la collaborazione tra le autorità locali e i cittadini e costituisce pertanto una dimostrazione concreta di partecipazione civica attiva, favorendo lo scambio di esperienze per quanto concerne le tematiche di rilevanza europea e offrendo un’occasione unica di conoscenza della vita quotidiana, delle tradizioni e della cultura dei cittadini delle altre nazioni; riconosciuta l’opportunità, nell’interesse reciproco, di instaurare rapporti duraturi di cooperazione e scambi che rappresentino uno stimolo ed un contatto per tutti i settori che formano il tessuto civile, sociale ed economico delle città; considerata la forte tradizione liutaria che rappresenta il legame naturale tra la città di Cremona e la città di Füssen, origine e motivo del presente gemellaggio".

04 Maggio 2018