il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Bomba alla CdL, Zanchi: 'Inaccettabile tentativo di mistificare la realtà'

L'amministratore del locale: 'Ci costituiremo parte civile, grave insinuare che le persone offese abbiano scientemente sporto denuncia tardiva per non mettere a rischio le serate'

Bomba alla CdL, Zanchi: 'Inaccettabile tentativo di mistificare la realtà'

CREMONA - "Inaccettabile il tentativo di mistificare la realtà come, ad esempio, l’insinuare che le persone offese abbiano scientemente inteso sporgere denunce tardive per 'non mettere a rischio le serate del locale'" Così Luciano Zanchi, amministratore della Centrale del Latte di Cremona, dopo le parole di Luca Coccoli relative al tentativo di sabotaggio ai danni del locale tramite un ordigno.

"In relazione agli articoli apparsi aventi ad oggetto l’attentato subito dalla discoteca Centrale Del Latte, è nostro dovere operare alcune dovute precisazioni" sottolinea Zanchi. "Dalla stampa, posto che in via ufficiale nessuno ci ha fornito qualsivoglia informazione, siamo venuti a conoscenza che i fatti delittuosi, nostro malgrado, risulterebbero plurimi. In ogni caso sul punto crediamo fermamente nel lavoro degli inquirenti e della magistratura. Ci costituiremo parte civile nell’istaurando procedimento penale che farà sicuramente luce su quanto realmente accaduto".

Ma un altro aspetto della vicenda sta maggiormente a cuore a Zanchi. "Ciò che tuttavia risulta inaccettabile - continua - è il tentativo di mistificare la realtà come, ad esempio, l’insinuare che le persone offese abbiano scientemente inteso sporgere denunce tardive per 'non mettere a rischio le serate del locale'. Tali assunti sono semplicemente assurdi e contrari alla verità, risultando solo utili a distogliere l’attenzione sui reali responsabili che, è bene ricordare, hanno confezionato e innescato degli ordigni esplosivi con la precisa volontà di ledere cose e persone, cosi pure evidenziandosi quanto intenso sia divenuto il livello di delinquenza anche nella nostra piccola città".

E infine, Zanchi ribadisce che "la Centrale Del Latte, nonostante gli attentanti, è e rimane un luogo di sano e pulito divertimento, di serena aggregazione e aperto a tutti, che non potrà mai essere compromesso dalla volontà di pochi balordi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

12 Aprile 2018