il network

Lunedì 24 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


ROBECCO D'OGLIO

Tigli tagliati a Monasterolo, denunciati parroco e volontario

Arrivati gli avvisi di garanzia dopo la segnalazione dei forestali, il sacerdote amareggiato

Tigli tagliati a Monasterolo, denunciati parroco e volontario

ROBECCO - Piante tagliate a Monasterolo: la Forestale denuncia il parroco don Paolo Ardemagni e il volontario che si è occupato della rimozione dei sei grandi tigli. Ad entrambi è stato notificato un avviso di garanzia e le indagini proseguono. Il parroco amareggiato aveva addirittura pensato ad un trasferimento. «Gli alberi non erano malati - spiega il comandante del gruppo carabinieri forestale di Cremona colonnello Gianni Rainieri - e mancava la perizia di un agronomo sullo stato delle piante». L’episodio è avvenuto a metà febbraio, ma in paese non si placa la polemica. C’è infatti che ritiene che effettuare questo taglio sia stata una «Mancanza di rispetto verso la storia di Monasterolo». Anche se alcuni residenti, tra cui il sindaco di Robecco Marco Pipperi, restano solidali con il don.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Aprile 2018

Commenti all'articolo

  • sergio

    2018/04/10 - 10:10

    Sarebbe il caso di capire, in generale, se un privato può tagliare un albero di sua proprietà, su suo terreno, senza interrogare la Forestale. Anche se l'operato del don non rientra in questa fattispecie

    Rispondi