il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Violenza sessuale su tre minori, Garioni condannato a 4 anni di reclusione

L'ex storico presidente del Torrazzo Calcio è stato assolto invece per i tre casi di tentata violenza sessuale

Violenza sessuale su tre minori, Garioni condannato a 4 anni di reclusione

Giuseppe Garioni in tribunale con l'avvocato Michele Tolomini in una foto d'archivio

CREMONA - Il gup Letizia Platè ha condannato a quattro anni di reclusione per violenza sessuale aggravata, consumata su tre minori, Giuseppe Garioni, l'ex storico presidente del Torrazzo Calcio, mentre lo ha assolto per tre casi di tentata violenza sessuale. Lo ha inoltre condannato a risarcire l'unica vittima che si era costituita parte civile con l'avvocato Cesare Grazioli. E' il caso più grave. Il gup ha fissato una provvisionale di 10mila euro, il resto sarà liquidato nel separato giudizio civile. Garioni, dipendente dell'amministrazione provinciale che si era fatto processare con il rito abbreviato, beneficiando così dello sconto di un terzo sulla pena finale, è stato inoltre condannato ad una serie di pene accessorie, tra le quali l'interdizione dai pubblici uffici e il divieto di frequentare luoghi di abituale ritrovo di minori come oratori, associazioni sportive, scuole. La motivazione della sentenza sarà depositata tra novanta giorni. L'avvocato Michele Tolomini, difensore di Garioni con il collega di Brescia, Luigi Frattini, non ha commentato la sentenza.
Il pm, Carlotta Bernardini, aveva chiesto la condanna a 9 anni di reclusione per cinque casi contestati e l'assoluzione per un sesto episodio. Garioni non era presente in aula alla lettura della sentenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Aprile 2018