il network

Mercoledì 26 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VESCOVATO

Aveva molestato una cliente del bar lo straniero colpito con una livella

I fatti accaduti il 15 marzo scorso. Concluse le indagini dei carabinieri

Aveva molestato una cliente del bar  lo straniero colpito  con una livella

VESCOVATO - Denunciati in stato di libertà per "atti osceni - atti sessuali – molestia/disturbo alle persone – ubriachezza – determinazione in altri dello stato di ubriachezza – somministrazione di bevande alcooliche a persona in stato di ubriachezza):  A.M.M.E., nato in Egitto classe 1972, residente a Vescovato; D.D., nata in Cina classe 1991, residente a Vescovato, barista; Y.F., nato in Cina classe 1991, residente a Vescovato, barista.

I fatti - che risalgono al 15 marzo scorso - sono avvenuti presso il bar di piazza Roma di Vescovato in gestione a due cittadini cinesi, dove i militari erano intervenuti, accertando che poco prima A.M.M.E., in palese stato di ubriachezza, aveva avuto una discussione con C.S. (classe 1973),  residente a Vescovato. Quest’ultimo infastidito dall’egiziano ubriaco, dopo aver prelevato dalla propria autovettura parcheggiata all’esterno del bar, una livella per lavori edili, l'aveva colpito violentemente al capo, procurandogli lesioni guaribili in 20 giorni. I militari pertanto avevano denunciato C.S. in stato di libertà per il reato di  "lesioni" e  per "porto di oggetti atti ad offendere", sequestrando la livella utilizzata.

Dalle indagini dei carabinieri è emerso che  A.M.M.E., prima di molestare C.S., aveva anche molestato all’interno dello stesso bar, una cliente 55enne  toccandole il seno e le parti intime, da qui la denuncia per "atti osceni - atti sessuali – molestia/disturbo alle persone – ubriachezza".

I gestori del bar, invece, sono stati denunciati per "determinazione in altri dello stato di ubriachezza – somministrazione di bevande alcooliche a persona in stato di ubriachezza", avendo dato da bere a A.M.M.E. già in palese stato di alterazione alcolica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Marzo 2018

Commenti all'articolo

  • alessandro

    2018/03/24 - 19:07

    Piena solidarietà. C.S. e meno feccia in questo paese (vescovado, trattasi di paese) tsè

    Rispondi